Antonio Contiliano

Marsala ’42, ha insegnato storia, filosofia, pedagogia e psicologia nei Licei e gli Istituti Magistrali. È stato preside di scuole medie superiori di primo grado. Redattore della rivista «Impegno 80» e del trimestrale «Spiragli», negli anni ’70 e ’80 ha fatto parte del movimento culturale, letterario e poetico dell’Antigruppo siciliano.
Ha pubblicato fra gli altri per la poesia: Il flauto del fauno (1981); Il profumo della terra (1983); L’utopia di Hannah Arendt (1991); La contingenza/Lo stupore del tempo (1995); Kairòs Desdichado (1998) e il volume di saggistica e poesia La soglia dell’esilio (2000). Numerosi i saggi, anche a carattere filosofico, in riviste e pubblicazioni varie.
Ha introdotto e curato anche numerosi volumi. Come poeta la sua presenza è accolta in numerose antologie. Suoi testi sono stati tradotti in lingua croata, greca, francese, inglese, macedone, spagnola, catalana e rumena.