Beppe Costa

(Catania, 1941) Editore, poeta, scrittore, libraio, promotore culturale.

Autore di 20 volumi fra poesia, teatro e narrativa, fra i premi più importanti l’Alfonso Gatto con Impaginato per affetto (1990). Ha collaborato con varie testate: RaiUno radio, Giornale del Sud, I Siciliani, Giornale di Sicilia, Reporter. Nel 1976 fonda la casa editrice Pellicanolibri.

Riesce a fare applicare per la prima volta la Legge Bacchelli (1985, in favore di Anna Maria Ortese). Negli ultimi anni sperimenta in giro per l’Italia, una sorta di videopoesia in musica, da cui trae un cd (Anche ora che la luna) che nel 2010 diventa un omonimo libro. Nel 2013 esce per la Volo Press “Rosso, poesie d’amore e di rivolta” e nel 2014 “La terra (non è) il cielo! Ospite per la poesia italiana nelle ultime tre edizioni al Nisan, Festival Internazionale. Nell’ultima edizione viene pubblicata e distribuita una antologia di versi in lingua ebraica, araba e inglese. Più volte premiato alla Carriera