Premio Letterario Internazionale Città di Sassari

Poesia e narrativa. Il Premio Letterario Internazionale Città di Sassari è aperto a componimenti in 8 lingue con particolare attenzione alla lingua Sarda in tutte le sue varianti (gallurese, logudorese, orotellese, campidanese, etc.).

Con l’inserimento della sezione narrativa (dal 2011) diventa uno dei più importante e completo Premio Letterario della Sardegna.

La prestigiosa Giuria del Premio è composta da:

Giuseppe Serpillo (Ex docente di Letteratura Inglese, Università di Sassari, esperto di poesia irlandese e inglese moderna e contemporanea), Antonio Fiori (poeta/scrittore),Pascal Cordara (fabbricatore di sogni e francesista), Cele Fois (docente di materie letterarie), Giovanni Nuscis (poeta/scrittore), Marcella Fiori, Caterina Ortu (Docenti scuole superiori), Gabriele Tanda (laureato e titolare di dottorato di ricerca), Giuseppe Cristaldi (scrittore). Coordinamento: Leonardo Omar Onida. Segreteria: Barbara Demontis

Coinvolgimento delle scuole

Una delle caratteristiche di tutto il progetto poetico di cui questo Premio è parte integrante, è stata fin dall’inizio l’apertura, il lavoro di coinvolgimento attivo di soggetti solitamente lontani dalla poesia o abituati a leggerla lavorandoci su per ragioni scolastiche.
Per questo fin dalla 2° edizione, con un lavoro di confronto e pianificazioni fatte con insegnanti e presidi, si è pensato di istituire una Giuria Scuole composta da studenti di alcuni licei della città.
I ragazzi, coordinati dai loro insegnanti, in maniera autonoma e con passione valutano le opere dei finalisti di ogni sezione indicati dalla Giuria principale, decretando così il loro vincitore ed esprimendo sempre motivazioni dettagliate anche per eventuali segnalati o premi speciali della critica.
Negli anni, i risultati espressi sono straordinari, a dimostrazione che la poesia nelle mani dei giovani non solo è sensata, ma produce consapevolezza, passione, curiosità.
Ad oggi gli studenti coinvolti nella giuria scuole sono 4000.

Il Premio può vantare il patrocinio speciale della Presidenza della Repubblica, del Ministero dei Beni Culturali, del Ministro della Gioventù e della Commissione Nazionale UNESCO, oltre a quelli di fondamentale sostegno del Comune di Sassari – Assessorato alle Culture e della Provincia di Sassari e dal 2013 quello della Presidenza della Camera.